Curiosità

Che cosa sono le falde acquifere?

Circa il 90% dell’approvvigionamento idrico italiano dipende dallo sfruttamento delle falde acquifere: un patrimonio sotterraneo di inestimabile valore ma fragile e soggetto a rischi diversi che vanno dall’eccessivo sfruttamento al possibile inquinamento.

La falda acquifera è una massa d'acqua che imbeve il sottosuolo saturandone i vuoti.

Perforando il terreno di una pianura alluvionale, si trova dapprima una zona d'aerazione, in cui i pori tra un granello e l'altro del terreno sono occupati in parte da aria e in parte da acqua, quindi segue una zona di saturazione, in cui tutti i pori sono riempiti d'acqua, e al disotto si incontra il primo strato impermeabile (solitamente argilloso).

Il terreno compreso tra il livello in cui l'acqua inizia a saturare i pori e il sottostante strato impermeabile costituisce la falda acquifera detta freatica.

Quando la parte superficiale della falda acquifera interseca il profilo del terreno, l'acqua emerge sotto forma di sorgente.

In profondità si possono incontrare altri livelli di terreni imbevuti d'acqua compresi tra due strati impermeabili. A queste falde acquifere viene dato il nome di artesiane.

Suggerimenti